Fra i templi dell’India

GRAND TOUR IN POLTRONA
Un viaggio con Marilia Albanese fra i templi dell’India
10, 17, 24 MAGGIO 2021

Il FAI presenta tre webinar della serie “Grand Tour in Poltrona 2021” per viaggiare con la mente.

Acquista o regala la partecipazione ai tre appuntamenti condotti da Marilia Albanese:
https://fondoambiente.it/il-fai/viaggi/viaggia-online-insieme-al-fai/

Credit: The Government Museum and Art Gallery, Chandigarh

“Il tempio, nella concezione hindu, non è soltanto la casa degli dei, ma è una sorta di corpo in pietra che ne ospita l’essenza. L’esecuzione dell’edificio, pertanto, risponde a precise regole sancite dalla tradizione e custodite all’interno della casta sacerdotale. Per l’architetto che ad essa appartiene il tempio si manifesta come “visione”, darshana, evento soprannaturale che racchiude in una forma la presenza divina. Tutta l’arte sacra indiana tenta di circoscrivere il Mistero nel perimetro di un tempio, nei volumi di una scultura, nei tratti di una pittura per potere entrare in relazione con la dimensione che sta oltre l’umano. Perché ciò avvenga nulla deve essere lasciato all’arbitrio personale: l’artista è un tramite, non un protagonista.”

Le lezioni si terranno lunedì 10, 17, 24 maggio alle ore 18.00.

Nel primo incontro (10.5) verranno presentati i principali canoni dell’architettura templare con preciso riferimento all’ambito hindu mentre nel secondo (17.5) si illustreranno i fondamenti dell’esecuzione delle murti, le immagini divine. Il terzo incontro (24.5), infine, sarà dedicato al cerimoniale sacro, affine per molti versi all’etichetta reale, dato che il tempio è anche – soprattutto per il popolo – la corte dei Celesti.

Corso: Viaggio in Cambogia

Terrò per VIAGGI DI CULTURA cinque incontri sulla Cambogia, paese che ho amato moltissimo: i giorni 12, 15, 19, 22 e 27 Aprile 2021 alle ore 18.

Il primo incontro il 12 aprile alle ore 18 è gratuito, ma è gradita la prenotazione direttamente ai Viaggi di Cultura.

Modalità:

Diretta on-line su Zoom: 45’ di lezione + 20’ di domande.
Differita: registrazioni disponibili fino a 30 giorni dalla fine del corso.

Per iscrizioni e prenotazioni:

https://viaggidicultura.com/corso/50/viaggio-in-cambogia/

VIAGGI DI CULTURA
THE CONWAY CULTURAL TRAVELS
2, Piazza San Domenico
40124 Bologna – Italy
www.viaggidicultura.com
+39 051 23 37 16 (9:13,30)
+39 051 22 07 23
e-mail: segreteria@viaggidicultura.com

Seminario: l’epica e il sacro

SABATO 27 MARZO 2021 dalle ore 10,30 alle ore 12,30 e dalle ore 13,30 alle ore 15,30 avrà luogo il Seminario ( modulo intensivo in modalità online ) :

 L’EPICA E IL SACRO. Note in margine ai poemi indiani ed omerici  http://www.celso.org/corso_epica_e_sacro.html

a cura di Marilia Albanese 

Temi del Seminario:  
– Il racconto epico e la funzione dei bardi 
– Il sostrato ‘indoeuropeo’ e le tematiche comuni
– La sacralità della guerra e il mito dell’eroe
– Gli dei di parte e gli inganni divini
– La bellezza fatale 
– L’epica nella rilettura moderna

_____________ 

Il Seminario è ad iscrizione. Le iscrizioni vanno formalizzate entro Giovedi 25 Marzo 2021.
Richieste di informazioni e prenotazioni possono essere inviate a questo indirizzo elettronico : info@celso.org

Per le prenotazioni è necessario segnalare : Nome, Cognome, indirizzo, telefono, e-mail.

CELSO – ISTITUTO DI STUDI ORIENTALI
Dipartimento Studi Asiatici
Scuola Internazionale delle Arti
BSA Biblioteca di Studi Asiatici
Galleria Mazzini 7 – 16121 Genova – Italy
tel [+39] 010586556
info@celso.org
www.celso.org

Due seminari online: La Dea

 
 
Giovedì 11 marzo, ore 19-20.30 – IN PRINCIPIO ERA LA DEA
Giovedì 18 marzo, ore 19-20.30 – LA DEA INDIANA: TESCHI E FIORI DI LOTO

DUE SEMINARI ONLINE CON MARILIA ALBANESE


Online su Zoom (le registrazioni saranno in visione per la settimana successiva, sia per i partecipanti sia per chi non potrà seguire la diretta)
 
IN PRINCIPIO ERA LA DEA

L’archetipo del femminile trova nell’immagine della Grande Dea una delle sue più potenti e polimorfe rappresentazioni. Malgrado i tentativi messi in atto dalla cultura patriarcale per limitarne i poteri e esorcizzarne gli aspetti selvaggi, il patrimonio mitico e rituale della Dea ne svela l’antichissima preminenza quale Signora della Vita e della Morte, proiezione del dinamismo cosmico e dell’energia di trasformazione che incessantemente origina e dissolve l’universo. Al tempo stesso divinità terribile e madre amorevole, ella adombra le contraddizioni dell’esistenza che eternamente riproduce se stessa.



LA DEA INDIANA: TESCHI E FIORI DI LOTO

A differenza di altre culture, l’India non ha rimosso dal Divino nessun aspetto oscuro o riprovevole: accanto alla luminosa e dolce Parvati venera la nera e terribile Kali, riconoscendo nella Dea la funzione materna e rassicurante e il  potere erotico e attrattivo. I suoi multiformi aspetti rappresentano le diverse sfumature del rapporto che gli esseri umani intrattengono con il Divino al femminile, ma dietro i tanti volti della Dea vi è sempre e solo la Shakti, l’incontenibile energia vitale che genera e permea ogni forma di esistenza. Signora incontrastata della terra, conduce quanti credono in lei alle vette del cielo.



PER INFORMAZIONI E ISCRIZIONI